top of page

Masterclass Valdo alla Milano Wine Week 2021

Valdo e i suoi piccoli grandi spumanti, un percorso, tra diverse annate, delle più esclusive etichette di Valdobbiadene DOCG Valdo. In anteprima il nuovo spumante biologico, dichiarazione d’amore di Valdo alle colline di Valdobbiadene.

Quando vado a Milano, prima di partire, devo decidere dove parcheggiare per non rischiare multe da zone protette, che ci cadi dentro in un attimo.

Decido per Cascina Gobba e mi infilo nel metrò rosso.

Questo treno è sanificato più volte al giorno, leggo sui finestrini sfregiati da qualche imbecille.

Le sedute sono gialle a forma di onde, poi intorno colori pastello declinati in blu e panna, ai pali hanno messo delle catene, penso per i cani. Decido di percorrere l'ultimo tratto che mi porta al palazzo che ospita la Masterclass a piedi, cosi mi guardo in giro: mi piace molto osservare tutto quello che mi circonda soprattutto in questa città dove tutto corre a velocità di cellulare e anche più, passo davanti a una serie interminabile di negozi e bar più o meno trascurabili, lo sguardo basso a veder castagne matte, lucide, grosse, foglie ormai sfinite che aspettano di essere triturate dalla suola dei passanti o dai tacco dodici, ogni tanto mi arrivano vampate di cacca di cane, si, è riconoscibile quindi non tutti i proprietari se la raccolgono infestando l'aria.

Palazzo Bovara, arrivo a destinazione, mostro il lasciapassare verde, salgo lo scalone attendendo l'orario prestabilito degli assaggi delle bollicine Valdobbianesi.


I sommelier sono quelli della FISAR

Presenta: Gianfranco Zanon Enologo VALDO


Protagonisti della masteclass:

Rive di San Pietro di Barbozza Extra Brut - annate 2018 e 2019

Cuvée del Fondatore Brut - annate 2018 e 2019

Tenuta Pradase Metodo Classico annate - 2017 e 2018


 

Oggi Valdo presenta una nuova bottiglia all'insegna, dicono loro, della nuova tendenza in ambito "verde" e ne fanno solo 1926 che poi è l'anno di fondazione dell'azienda che produce bollicine nella terra del prosecco, quello che ogni anno fa parlare per le vendite in continua crescita.

Si è parlato di sostenibilità, del fatto che il prosecco si utilizza spesso per fare i miscelati e che si vorrebbe promuovere un consumo più consapevole senza per forza passare dai mescolamenti che vanno sempre molto di moda in tutto il mondo. La Masterclass si è poi conclusa al ristorante, conversando amabilmente.


Un passaggio dal comunicato stampa

Valdo è in continua espansione globale, la storica cantina di Valdobbiadene, che ha chiuso il 2020 con un fatturato di circa 65 milioni di euro, è presente sui cinque continenti. Per il secondo anno consecutivo si è posizionato nella top ten della classifica di Wine Intelligence che decreta i brand del vino più forti in Italia.

L’azienda ha inoltre ottenuto per il secondo anno consecutivo il premio ‘Best Producer Italy Sparkling Wine’ al Berliner Wein Trophy, che riconferma il primato di Valdo nella produzione di Spumanti d’eccellenza, al più prestigioso concorso enologico Internazionale OIV del mondo.


©2021 Luca Scainelli

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page