Aglianico del Taburno


Rosso imponente, caldo e pieno, nasce dal vitigno più nobile del Sud. Profumato e intenso, ha corpo maturo, evoluto, si abbina a terrina di selvaggina, pasta corta al ragù di castrato, caciocavallo stagionato. L'aglianico è un vitigno molto versatile, da cui si ottengono vini di qualità sia di pronta beva sia di grande struttura, definito da colore rosso rubino intenso, con riflessi aranciati sei invecchiato. Al naso si possono percepire sentori di frutta rossa matura, prugne, more, e di viola; con l'invecchiamento si distinguono spesso aromi di liquirizia, cioccolato, tabacco e pepe nero. L'aglianico del Taburno è prodotto in una vasta zona comprendente il territorio del comune di Taburno dei comuni dell'omonimo massiccio, oltre quello di diversi altri comuni della provincia di Benevento. Il vitigno aglianico, qui allevato a cordone speronato, dona ai prodotti una grande eleganza e ricchezza di profumi. Il vino all'esame visivo si mostra di un colore rosso rubino cristallino più o meno intenso, tendente al granato con l'invecchiamento, l'odore è gradevole, complesso e persistente, con possibili sentori di frutti rossi maturi tra cui si può distinguere il lampone. In bocca il sapore è secco, asciutto, caldo e leggermente tannico ma con una morbidezza che tende al vellutato con l'invecchiamento. L'intensità è piuttosto evidente la struttura generale del vino, che dispone di 11,5 gradi alcolici, è di corpo per un prodotto armonico.

L'invecchiamento è di almeno 2 anni ma con un invecchiamento di 3 anni e una gradazione di 12,5 volumi di alcool può essere qualificato Riserva.

In Campania oltre a produrre il vino Docg Taurasi, il vitigno è presente in molti vini a denominazione d'origine, tra cui i principali sono: Aglianico del Taburno Rosso, Cilento Aglianico, Guardiolo Aglianico, Sannio Aglianico, Sant'Agata dei Goti Aglianico e Solopaca Aglianico.

Cilento Aglianico si ottiene da uve allevate sui terreni collinari in una vasta zona in provincia di Salerno. Si presenta alla vista con colore rosso rubino, odore fragrante, talvolta leggermente fruttato, mentre il sapore asciutto, corposo, sapido, sostenuto da almeno 12 gradi alcolici, invecchia almeno un anno.

Guardiolo Aglianico prodotto in provincia di Benevento ha colore rubino più o meno intenso, tendente al granato con il protrarsi dell'invecchiamento; l'odore e genuino, gradevole, che tende a diventare etereo nel tempo; Il sapore è asciutto, caratteristico, di corpo e vellutato se sottoposto ad affinamento. La gradazione alcolica minima da disciplinare deve essere di 11,5 % ma con una gradazione di 12,5% e almeno due anni di invecchiamento può portare la specificazione Riserva.

Sannio Aglianico e prodotto in provincia di Benevento, nell'antico territorio Italico del Sannio. Ha colore rubino più o meno intenso, tendente al granato con il passare del tempo; odore genuino, fragrante, gradevole, sapore asciutto, caratteristico, di corpo, a volte morbido. La gradazione minima è di 11,5% vol. Si produce anche nei tipi passito e spumante.



Sant'Agata dei Goti Aglianico si produce nell'intero territorio del comune di Sant'Agata dei Goti, in provincia di Benevento; il colore rosso più o meno intenso, talvolta tendente al granato; l'odore è armonico e persistente; il sapore è equilibrato, giustamente tannico con una gradazione minima di 11,5% vol. L'invecchiamento obbligatorio è di due anni ma con un ulteriore anno e una gradazione di 12,5% vol, questo vino può essere qualificato come Riserva.


Solopaca Aglianico la zona di produzione interessa una vasta area viticola che da Cerreto Sannita si spinge sino a Solopaca e oltre Melizzano, in provincia di Benevento. Si ottiene con le uve omonime con l'eventuale aggiunta di altre uve rosse. Ha colore rubino più o meno intenso, odore vinoso, gradevole, sapore tipico, asciutto, morbido, vellutato. La gradazione minima è di 11,5% vol, con un invecchiamento obbligatorio di almeno un anno.


©2021 Luca Scainelli