Spumante Alta Langa le bollicine piemontesi




Lo spumante bianco è fine e cremoso, piacevolmente pieno, adatto ad accompagnare frutti di mare gratinati, risotto al salto, fritto dell'orto. Solo alla fine del 2011 nasce la denominazione di origine Alta Langa, volta alla tutela e rilancio dei vini spumanti di elevato pregio, ottenuti con il metodo della rifermentazione in bottiglia (metodo classico) e provenienti dalle colline del Piemonte. La zona di produzione delle uve e dei vini appartenenti a questa denominazione è costituita dai terreni collinari situati nei territori di 142 comuni nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria, alla destra del fiume Tanaro. Le uve utilizzate sono Pinot nero e Chardonnay (90-100% ). A questi due vitigni possono aggiungersi le uve di altri vitigni non aromatici autorizzati nella zona.



Con questa DOC, risultato di 10 anni di ricerca sul territorio piemontese, si è voluto colmare una lacuna che fino agli anni ottanta non aveva permesso ai migliori produttori piemontesi di spumanti con rifermentazione in bottiglia di inserirsi nel difficile mercato degli spumanti metodo classico Doc. Le tipologie di spumanti prodotti in tale denominazione possono essere Bianco, Rosso e Rosato.

Al di là del colore che a seconda della macerazione in presenza o meno delle bucce può essere giallo paglierino per il Bianco, cerasuolo per il Rosato e rubino per il Rosso, tutte e tre le varianti hanno gradazione alcolica minima di 11,5% vol. In particolare il Bianco possiede un bel colore paglierino più o meno intenso ed è piacevolmente corposo.


©2021 Luca Scainelli