Ricordo -Poesia di Giorgio Caproni

Giorgio Caproni



Ricordo una chiesa antica,

romita,


nell’ora in cui l’aria s’arancia

e si scheggia ogni voce


sotto l’arcata del cielo.

Eri stanca,


e ci sedemmo sopra un gradino

come due mendicanti.


Invece il sangue ferveva

di meraviglia,


a vedere

ogni uccello mutarsi in stella

nel cielo.